Bando del Premio 2017

giovedì 30 settembre 2010

Monaco Paolo



Paolo Monaco nasce a Roma nel 1952 e si dedica alla pittura come autodidatta risentendo già dall'infanzia dell'arte dei pittori Amerigo Bartoli, Ardengo Soffici e di altri artisti, pittori ma non solo, che frequentavano la casa del nonno materno a Perugia, alla villa del Colle del Cardinale (oggi patrimonio di interesse storico-culturale pubblico), attorno alla prima metá del '900.
In pittura ha svolto fin dagli anni '70 molta ricerca su tecniche e soggetti vari, retaggio del suo lavoro di Ricercatore Universitario all'Universitá di Perugia (Geologo), sperimentando differenti percorsi pittorici (visibili al sito web: www.sites.google.com/site/paolopittura), dove la digital art 3D, unitamente alla pittura tradizionale, ha il suo ruolo fondamentale (Tecno-Digital Art). Nella classica pittura “tradizionale” (a pennello), vi è stato negli anni un continuo evolversi da un naturalismo simbolico fino alla riduzione  della forma in favore del colore e degli accostamenti cromatici, variando tecniche e supporti. In certe opere vi sono strutture piú o meno complesse, simboliche (es. le gabbie metalliche, i galli, eccetera), in altre opere occhieggiano oggetti creati in 3D digitale.
L'autore ha partecipato a decine di mostre contemporanee, collettive e diverse mostre personali, ricevendo numerosi premi e riconoscimenti a importanti concorsi di pittura in centro Italia, tra cui La Rana D'Oro di San Sano in Chianti nel 2008 e il secondo Premio De Leonardis di Terni 2010, e altri tra cui S. Ansano a Dofana 2011-2012 e Fighille 2008-2009. Diversi suoi lavori si trovano in collezioni private in Italia e all'estero (USA, Spagna, Nuova Zelanda).
Le sue opere sono trattate dalla galleria "La Bottega" (www.tuscanantiques.com) in Castellina in Chianti di Mario Cappelletti. 
Nei mesi di gennaio-febbraio 2013 protagonista di una mostra collettiva a Chicago (Usa).
Ecco una breve rassegna di sue opere:


Clicca qui per visualizzare le opere presenti nel piccolomuseo di Fighille