mercoledì 12 dicembre 2018

Si è chiusa con successo la 3° Biennale d'Arte di Sharm el-Sheikh


Si è svolta la scorsa settimana una importante manifestazione artistica in Egitto che è giunta quest'anno alla sua terza edizione: la Biennale d'Arte di Sharm el-Sheikh. Perfettamente organizzata dall'artista Gamal Meleka, ha visto fra i partecipanti tanti artisti da anni protagonisti del Premio Fighille e del Piccolomuseo: Roberto Nezzi, Elio Carnevali, Ido Erani, Michelangelo Arbosti, Laura Zani, Susy Rastelli, Michele Inno, Antonio Mazziale, Tristano Casarotto, Aline Spada, Concetta Daidone e altri ancora. Per tutti riconoscimenti e apprezzamenti da giuria e pubblico. Ecco un breve reportage fotografico dell'evento (by Susy Rastelli):

martedì 11 dicembre 2018

In distribuzione le "Cartoline d'Autore" 2018.......


E' al via la distribuzione della "Cartolina d'Autore 2018"  edita dal Piccolomuseo di Fighille per festeggiare le festività natalizie e tirata in 150 esemplari numerati a mano..... La cartolina 2017 è realizzata dall'artista Riccardo Antonelli di cui riassumiamo di seguito alcuni tratti biografici:

 

Riccardo Antonelli nasce nel 1976 a Città di Castello in Umbria e dal 1982 abita e lavora a Sansepolcro in provincia di Arezzo, Toscana, dove ha il suo atelier.
Nella sua formazione ha avuto maestri come Gianfranco D'Amore, Boris Borioni e Gianfranco Giorni.
Da sempre amante del paesaggio e del disegno, affronta cicli di ricerca come quello sui volti e sul ritratto, mentre il suo ultimo periodo lo vede approfondire gli aspetti che riguardano i grandi cieli, a cui sta dedicando una ricerca mirata a cogliere gli aspetti riflessivi e spirituali attraverso il suo linguaggio.
In molti hanno apprezzato la produzione degli ultimi anni, come varie gallerie in Italia ed all'estero con le quali ha intrapreso collaborazioni, mentre recentemente ha lavorato tra gli altri per il Ministero dei Trasporti Italiano per una campagna pubblicitaria di sensibilizzazione nel 2011, mentre è stato presente alla Biennale di Firenze nel 2009 assieme a Marina Abrahmovic e nel 2013 alla Triennale di Roma.
Particolarità del suo linguaggio è l'uso della spatola, strumento plasmato sulla sua poetica fortemente legata alla materialità del colore ed alla forte immediatezza che Antonelli ne riesce a cogliere, mentre altro medium a lui congeniale è senz'altro il pastello, secco o ad olio, con cui continua a realizzare un ciclo di opere sul volto iniziato nel 2008 e tuttora in fase di sviluppo.
L'opera di Antonelli, spesso identificata nella corrente degli espressionisti moderni, risulta negli anni sempre onesta e coerente nella ricerca, riscontrando una costante crescita di interesse sia da parte dei collezionisti, che da quella della critica.
Negli anni, l'artista toscano, ha subito il fascino e la contaminazione di maestri come Lucien Freud, Alberto Giacometti e Bacon, oltre che agli impressionisti e all'arte fiamminga, rimanendo comunque identificato in una propria dimensione stilistica che lo ha reso uno degli artisti italiani contemporanei più apprezzati.

L’ultimo progetto artistico si evolve verso una ricerca e rielaborazione creativa surrealista e metafisica. Nelle sue opere più recenti l’artista Toscano fonde ricordi e oggetti quotidiani in una composizione meccanica e rigorosa, frutto delle sue esperienze lavorative passate nelle officine industriali.

Nasce da questa idea il ciclo “Impossible Machine”, esposto in anteprima al Festiva di Artcevia nel 2017, dove ha presentato le prime opere realizzate a grafite. Si sono poi evolute negli ultimi mesi ulteriori step come le realizzazioni ad acrilico su tela fino ad arrivare alle sculture in resina e acrilico che hanno avuto la loro prima collocazione pubblica a Cortona (Arezzo).

Questo ultimo ciclo esprime fino ad ora il lavoro più intimo e contemporaneo nel percorso di Antonelli, dove concentra in maniera ordinata e allo stesso tempo irrazionale un insieme di immagini e ricordi del suo archivio visivo interiore, dove ogni elemento rappresenta una traccia tangibile esperienziale della sua vita lavorativa e artistica, codificata attraverso forme concrete che fungono da diario visivo per attivare le proprie memorie.

L'opera riprodotta nella cartolina (che l'artista ha donato al Piccolomuseo)  è la seguente:



Sui volti che Antonelli ritrae ci sono le luci della anime. Ma non solo. Quei segni, che appaiono impossibili, parlano dell'inclemenza dell'età e della bellezza che trascorre. Esprimono dolore, speranza, sfociano in trame, accensioni, graffi di ardua lettura e talvolta dilagano nell'astrazione, nell'enigma. Si è coinvolti dal disegno che sgorga spontaneo, che ora si agita in fremiti, che sferra colpi di sonda, altrimenti sosta. E gli occhi indagano, guardano con fermezza chi legge il quadro. Il vecchio  che qui appare sembra una presenza nota, che conosciamo da sempre.
 (Franco Ruinetti)

lunedì 10 dicembre 2018

venerdì 7 dicembre 2018

martedì 4 dicembre 2018

Iniziative per il Natale al piccolomuseo di Fighille - La cartolina d'autore 2018


In occasione del Natale 2018, per il quarto anno consecutivo, prosegue l'iniziativa lanciata dal Piccolomuseo di Fighille con l'obiettivo di consolidarsi come felice tradizione di fine anno e come appuntamento per i collezionisti. 
Si tratta della CARTOLINA d'AUTORE. 
Ogni anno, in occasione del Natale, chiamiamo un diverso artista, selezionato fra coloro che sono presenti nella nostra collezione, a realizzare una cartolina natalizia di auguri che verrà stampata in formato 21x30 cm, a tiratura limitata e numerata a mano, e distribuita in una speciale cartella contenente le note biografiche dell'autore. 
Dopo le cartoline realizzate da Enzo Maneglia (2015), Diego D'Ambrosi (2016) e Piero Paoli (2017) la cartolina 2018 è stata realizzata da Riccardo Antonelli di Sansepolcro.

Siamo stati a trovarlo al suo studio, proprio nel cuore antico di Sansepolcro, per autografare in originale le stampe destinate agli amici del Piccolomuseo di Fighille. Nell'occasione l'autore ha voluto donare al museo l'originale dell'opera che diventa cosi' la n. 180 della nostra collezione. A lui va il rigraziamento della nostra associazione.



La cartolina sarà in distribuzione per le prossime festività.



giovedì 29 novembre 2018

martedì 27 novembre 2018

Va a Cirillo Murer il Via Ruzzina 2018

Si è concluso ieri il Concorso nazionale di pittura “Via Ruzzina 2018” organizzato, come ogni anno, dalla ProLoco di Adria (Rovigo). Il concorso ha ottenuto anche quest'anno un ottimo successo con una importante e qualificata partecipazione di oltre cento artisti. 
Il primo premio assoluto è stato assegnato all’artista Cirillo Murer.
 
la premiazione del vincitore Cirillo Murer

Il secondo e il terzo premio sono andati agli artisti Gianni Gueggia e Morena Marini
Al quarto posto le opere di Nicole Ranci e Diego D’Ambrosi. 
Seguono fra i premiati ex aequo: Adelina Albiero, Marina Basaglia, Sandro Cellanetti, Rosanna Casagrande, Roberto Cheula, Carlo Panzavolta, Doriano Tosarelli e Silvio Zago. 
Gli studenti del Liceo Bocchi hanno premiato l’opera di Marco Rosellini, mentre la giuria popolare ha premiato l’opera di Doriano Tosarelli.

 

lunedì 26 novembre 2018

venerdì 23 novembre 2018

Visti al museo (169) - Maneglia, Brolli, Ceschi e Filippi

  
 

Il 9 novembre 2018 è stata inaugurata la 57a Mostra di Ceramica, organizzata dalla Fondazione En.A.I.P. S. Zavatta Rimini con il patrocinio del Comune di Rimini. Sarà visitabile tutti i giorni fino al 25 novembre prossimo, dalle ore 16 alle ore 20, nella splendida cornice di Castel Sismondo.  Le opere esposte, circa 200, sono vasi, bottiglie, piatti, sculture e pannelli in maiolica, terracotta, rivestimento a smalti e raku. Si tratta di una delle rare esposizioni dedicate esclusivamente all’arte ceramica. Fra gli artisti segnaliamo la presenza di alcuni presenti nella collezione del Piccolomuseo di Fighille: Germano Ceschi, Enzo Maneglia, Lydia Brolli Maneglia e Luciano Filippi.
Ecco una rassegna fotografica:

Enzo Maneglia
Luciano Filippi
Lydia Brolli
Enzo Maneglia
Luciano Filippi
Giuliano Maroncelli - Giuma
Germano Ceschi
Luciano Filippi
Enzo Maneglia