Bando del Premio 2017

mercoledì 30 novembre 2011

Con l'occhio dell'artista - vedute di Fighille (17)


Ecco un'altra interpretazione del paesaggio di Fighille realizzata dall'artista Giampietro Cavedon per l'extempore 2011.

Curiosità statistiche


Esattamente un anno fa il sito raggiunse il traguardo dei 6300 contatti il che significa che in dodici mesi sono state lette 90000 pagine, un numero francamente enorme ed inaspettato.....e la fatidica soglia dei 100.000 contatti è ormai alle porte.

l'andamento dei visitatori dall'apertura del sito (il picco in ottobre con il concorso)

Altre curiosità:
La notizia piu' letta:  
"Concorsi di pittura 2011 in Italia" ben 9240 volte !
La parola chiave piu' cliccata su Google:  
"fighille arte" ben 1087 volte !
L'artista piu' cliccato nel nostro sito: 
Guerrino Bardeggia ben 654 volte !

martedì 29 novembre 2011

Catalogo pittura 2011 - Testi (1)


Pubblichiamo i testi introduttivi contenuti nel catalogo del concorso di pittura di FighilleArte2011. Ecco quello che ci ha inviato il Sindaco di Citerna, dott.ssa Giuliana Falaschi. 

ARTE PER IL TERRITORIO

Il Premio Nazionale di Pittura compie trent’anni.
Nato da concorsi “ex tempore” si è progressivamente arricchito in qualità e quantità. Oggi costituisce non solo uno degli eventi culturali più importanti del nostro Comune ma è riuscito a guadagnare una posizione di notevole rilievo ben oltre i confini della Regione, fino a diventare una delle piu’ importanti manifestazioni nazionali del settore.
Ogni anno attira nel nostro territorio centinaia di artisti e numerosissimi appassionati permettendogli  di godere rilassanti giornate tra arte, cultura e gastronomia, abbinando la pittura alla degustazione dei tipici sapori che la Valtiberina può offrire all’inizio dell’autunno.
Al premio di pittura di Fighille va quindi riconosciuto il grande merito, oltre a quello già importantissimo della promozione artistica e culturale,  di contribuire a far crescere, conoscere ed apprezzare il nostro territorio e le sue ricchezze. Nel farlo ci ricorda l’importanza della cultura che a volte, pressati dalle emergenze del quotidiano tendiamo a dimenticare, soprattutto in tempi difficili come quelli che stiamo vivendo.
Sostenere questa impegnativa impresa è allo stesso tempo doveroso e piacevole per la pubblica amministrazione, perché il risultato è già garantito. La gente ha già capito, è già cresciuta, ha già perseguito l’obiettivo che si era posto. Ora si tratta solo di allargare gli orizzonti, di conquistare altri alle lusinghe e alle seduzioni dell’arte, di potenziare le possibilità del concorso e del museo che ne è l’espressione piu’ viva. Un impegno di tale natura non può che coinvolgere l’intera comunità, perché esso l’arricchisce e con essa tutto il comprensorio, e ciò ci rende solidali nella cura e nel sostegno del progetto.

Il Sindaco di Citerna
Dott.ssa Giuliana Falaschi

lunedì 28 novembre 2011

Catalogo pittura 2011 - La copertina


In anticipo rispetto alle scorse edizioni, quest'anno il catalogo del Premio di Pittura sarà pronto prima del Natale. Formato classico 22x22 cm, 82 pagine B/N e colore, copertina rigida plasticata opaca, stampa Digital Book. Ecco in anteprima le immagini della copertina.

Il Cardinale

Come annunciato nei giorni scorsi grazie all'artista Nello Pari entra nel nostro museo una nuova opera in ceramica. L'artista, che vive e lavora a Rimini, affianca da sempre l'attività di chirurgo alla sua passione per l'arte e in particolare per la pittura e la scultura. 
In pittura predilige il genere figurativo dai colori accesi, ispirato all'impressionismo francese, ma connotato da motivi forti tratti dalla dura realtà marinara della sua terra e da visioni naturali colte con sensibilità altamente poetica." 
In scultura usa la ceramica per dar vita a figure affascinanti ed allegoriche di grande impatto. Fra queste è celebre la serie dei "Cardinali" uno dei quali da oggi fa parte della collezione permanente del museo di Fighille.
Ecco alcune foto dell'opera:








sabato 26 novembre 2011

Al museo è arrivato un cardinale !

Il piccolomuseo di Fighille si arricchisce di un nuovo gioiello ! Grazie infatti all'artista riminese Nello Pari entra far della collezione d'arte di Fighille una nuova opera in ceramica. L'opera ha per titolo: "IL CARDINALE". Nei prossimi giorni ulteriori informazioni e dettagli.


venerdì 25 novembre 2011

L'arte porta il mondo a Fighille


Ringraziamo Dario Polvani per la bella opera con cui ha partecipato al concorso extempore 2011. L'opera dal titolo "L'arte porta il mondo a Fighille" sintetizza bene il successo dei nostri concorsi d'arte che in 30 anni hanno veramente portato a Fighille un pezzo importante del mondo dell'arte contemporanea italiana. 
Ecco alcuni numeri: nelle 30 edizioni del concorso sono state presentate circa 5000 opere di cui oltre 500 solo quest’anno. 900 gli artisti che hanno preso parte negli anni alle varie edizioni del premio: alcuni soltanto ad un’edizione, altri invece sempre presenti. 600 le opere che in tre decenni sono rimaste nel territorio della Valtiberina entrando a far parte di collezioni pubbliche e private con larga prevalenza di famiglie locali. 

Storia del piccolomuseo (3) - Alle porte di San Marino


Pubblichiamo alcuni brani contenuti nel volume "Piccolomuseo 2001-2001 / Storia di una collezione" che ripercorre i primi dieci anni della pinacoteca di Fighille.


Alle porte di San Marino
A casa di Mario Massolo 

Dopo il successo della mostra di Guerrino Bardeggia al Santuario di Petriolo, decidemmo di ripetere l’iniziativa l’anno successivo presso la Dogana Pontificia in modo da cominciare ad utilizzarne gli spazi ad uso espositivo.
Sull’artista da invitare non ci furono dubbi.
Scegliemmo Mario Massolo, artista notissimo a Fighille per aver partecipato al concorso di pittura fin dalle prime edizioni, vincendo più volte.
Un legame particolare lo univa al nostro paese in cui ha sempre trovato grande accoglienza, tanto che si è perso il conto delle famiglie del luogo che possiedono almeno una sua opera. 
Pur conoscendolo bene da tanto tempo, l’occasione fu buona per andare a trovarlo a casa, dove lavorava. Dovevamo definire i vari dettagli dell’organizzazione della mostra e volevamo parlare del museo che stava nascendo.


Mario ci accoglie nella sua bella villetta sulla collina di Cerasolo Ausa, a due passi da San Marino. E’ il primo pomeriggio di una domenica di fine inverno quando arriviamo.
Franco Ruinetti era già li’ ad aspettarci. Con lui ci immergiamo nel mondo dei colori, unici, di Massolo. Nella grande sala decine e decine di opere appoggiate una sull’altra alle pareti. Tutte schedate e catalogate secondo quel rigido sistema a cui Massolo si attiene da sempre. Dipingendo solo ed esclusivamente “en plain air”, raramente in studio, ogni sua opera reca la data e il luogo ove è stata realizzata. Di tutte le sue opere reca la riproduzione fotografica, anche di quelle vendute. In questo caso ha annotato anche il nominativo dell’acquirente in modo che le opere possano sempre essere rintracciate.


Passiamo più di un’ora seduti sul divano a guardare le tavole che, una dopo l’altra, Mario monta in cornice e poi sul cavalletto, dandocene una descrizione di massima. E’ un bello spettacolo, taluni pezzi sono autentici capolavori a cominciare dai paesaggi sotto la neve o dalle fioriture dei ciliegi.
Fra le tante ne selezionammo insieme oltre 50 da portare in primavera a Fighille in modo da poter dare al pubblico una visione più ampia possibile dell’arte di Massolo.
In attesa del caffè il discorso cadde sul museo che stava nascendo a Fighille.
Conosceva bene la cosa perché avevamo avuto modo di parlarne insieme qualche mese prima al concorso. 

 

Ci eravamo lasciati con l’impegno di riparlarne in occasione della nostra visita e così fu.
Franco prese la parola: “Sta nascendo un museo a Fighille ma, senza un Massolo, mi sembra che manchi qualcosa…….”.
Mario non lo fece neanche finire: Voi sapete dell’amicizia che mi lega da anni ad Americo e quanto sono legato al vostro paese. Vi ho anche detto più volte che ormai da anni non partecipo più ad alcun concorso di pittura, faccio solo mostre. Fighille è l’unica eccezione, una felice eccezione a cui mi onoro di partecipare. Per tutti questi motivi per me è un grande piacere aderire al vostro progetto del museo e, ne sono più che convinto, avrete in pochi anni una collezione di enorme valore. Facciamo così, in occasione della mostra di primavera sceglierete l’opera che preferite.”
La cosa ci fece immenso piacere e il resto del pomeriggio se ne volò via rapidamente in vari discorsi sull’organizzazione del museo e sulle caratteristiche degli spazi.
Ci salutammo che era ormai buio e nel salire in auto ci dammo appuntamento al mese successivo a Fighille.
Tornammo a casa soddisfatti.
Un altro tassello importante e a cui tenevamo molto era stato messo. Massolo non era un nome qualsiasi. A Fighille aveva fatto la storia del concorso, era notissimo fra la gente ed averlo nella collezione era per noi veramente fondamentale.


La mostra di aprile fu un clamoroso successo, quasi da tutto esaurito. Per fortuna avevamo individuato fin dal primo giorno l’opera che ci piaceva per il museo e la mettemmo fuori listino.
Fu così che il  27 aprile 2003 Massolo donò al museo l’opera "Grandi ciliegi in fiore a Casale di Cesena".
Qualche anno più tardi Massolo donerà anche una seconda opera particolarmente significativa in quanto relativa all’area dei vecchi capanni agricoli di fronte alla Chiesa, oggi ristrutturati dalla Parrocchia in collaborazione con la Pro Loco.

martedì 22 novembre 2011

La notte passo' lenta a Villa Litta di Lainate


La notte passò lenta, il romanzo di Amos Cartabia ambientato a Fighille, è protagonista in questi giorni e fino a natale, alla Fiera del Libro di Lainate (Milano). La fiera che si svolge presso l'antica Villa Borromeo-Litta porta all'attenzione del numerosissimo pubblico oltre 2000 titoli. Ecco alcune foto:



lunedì 21 novembre 2011

La vespa di Antonio Tani a Fighille (2000)


Ecco una serie di foto che raccontano una giornata passata a Fighille dall'artista Mario Massolo per il concorso del 2000. Era la domenica della sagra paesana e fu caratterizzata da una incessante pioggia battente che non dette tregua per l'intera giornata. Mentre fuori l'acqua cadeva a catinelle, l'artista si rifugio' a dipingere sotto il tendone e scelse come soggetto la vecchia vespa di Antonio Tani presa in prestito da un polveroso fondo li' vicino. Le foto raccontano le varie fasi di lavoro e l'evoluzione del dipinto:

Con l'occhio dell'artista - vedute di Fighille (16)


Ecco un'altro angolo di Fighille riprodotto dal pennello di Gianfranco Pogni per l'extempore 2007.

Con l'occhio dell'artista - vedute di Fighille (15)


Ecco un'altro angolo di Fighille riprodotto dal pennello di Riccardo Antonelli per l'extempore 2008.

domenica 20 novembre 2011

Concorsi di pittura 2011 - Risultati (25) / Lucignano


Si è svolto il 23 ottobre scorso la prima edizione del Premio di pittura contemporanea  di Lucignano (Ar). Il vincitore è risultato l'artista Negozio Lello (a cui è andato il premio di € 1200) con la seguente opera:



Con l'occhio dell'artista - vedute di Fighille (14)


Ecco un piccolo angolo di Fighille colto dal pennello di Mario Massolo per l'extempore 2006.

sabato 19 novembre 2011

Con l'occhio dell'artista - vedute di Fighille (13)


Ecco un'altro angolo di Fighille riprodotto dal pennello di Dario Polvani per l'extempore 2007.

La rivista Ariminum su Enzo Maneglia

Nell'ottica di contribuire a conoscere meglio gli autori presenti nella collezione del piccolomuseo di Fighille e in vista di un possibile prossimo evento che è attualmente in fase di studio, proponiamo questo bell'articolo della rivista Ariminum sul lavoro di Enzo Maneglia:



venerdì 18 novembre 2011

I luoghi del romanzo / dietro le quinte (1)


Il romanzo a cui Amos Cartabia sta attualmente lavorando vede il protagonista muoversi sul palcoscenico naturale del territorio del comune di Citerna e avrà proprio nel capoluogo alcuni passaggi importanti. 
Ecco un altro frammento inviatoci dall'autore in cui il protagonista si muove all'interno di uno dei maggiori gioielli architettonici del nostro territorio: la Chiesa di San Francesco, attigua all'attuale sede comunale:
 

"Ricordo che il giorno prima, nel mio consueto girovagare, ero entrato a vedere con ansia turistica la chiesa di San Francesco, che la si trova entrando a Citerna da porta Romana, a circa metà del corso. Qui rimasi impressionato dall’affresco della Vergine con Bambino tra i Santi, situato in una nicchia lungo la parete destra della navata e raffigura una Madonna col bambino, datato attorno al 1522-1523. Rimasi incantato di tale bellezza e pensai a come l’uomo avesse potuto con la sua arte fare una simile cosa. Rimaneva nei secoli la mano dell’artista, rimaneva impressa la forza dell’arte… anche io volevo che non ci si dimenticasse… né di me e, soprattutto neppure di mia moglie, quella donna straordinaria che se ne era andata prima del tempo....."

dettaglio volta sacrestia Chiesa di San Francesco
interno Chiesa San Francesco

Con l'occhio dell'artista - vedute di Fighille (12)


Ecco una bella veduta di Fighille realizzata da Dario Polvani per il concorso extempore del 2009.

giovedì 17 novembre 2011

Con l'occhio dell'artista - vedute di Fighille (11)


Ecco un'altro angolo di Fighille (case in via Palazzo Manfroni) riprodotto da Joy Stafford Boncompagni per il concorso 2008.

Con l'occhio dell'artista - vedute di Fighille (10)


Ecco un'altro angolo di Fighille (la strada che conduce verso Citerna) riprodotto dall'artista Alla Serioskina per l'extempore 2010.