Bando del Premio 2017

mercoledì 24 agosto 2016

La straordinaria arte di Sergio Massetti al Piccolomuseo di Fighille


Siamo lieti di annunciare che, in concomitanza con il prossimo Premio Nazionale di Pittura (30 settembre / 1-2 ottobre 2016), il Piccolomuseo di Fighille ospiterà una mostra personale dell'artista Sergio Massetti che proporrà al pubblico una selezione delle sue piu' importanti e recenti sculture.  


E' assolutamente incredibile la capacità di Massetti nel saper ridare vita a oggetti ormai apparentementi inutili, ridotti a semplici rifiuti e rottami abbandonati, destinati alla distruzione. Sergio ridà loro la vita, li ricompone e li reinterpreta fondendoli in composizioni artistiche uniche nel loro genere in grado di lasciare il visitatore assolutamente senza fiato. 
C'è qualcosa di magico in quello che riesce a fare questo "fighillese" d'adozione ed è per questo che il piccolomuseo è assolutamente felice di presentarlo al pubblico in occasione del piu' importante annuale evento artistico.  
Sarà una mostra unica nel suo genere, che non lascerà indifferente chi avrà voglia di visitarla! Appuntamento ad ottobre.

 

Proponiamo un estratto di un bell'articolo ad opera di Luisanna Tuti:
...."Sergio ha un grande dono: conosce il valore delle cose. Non vuole conquistare, non vuole stupire. Non è nelle sue intenzioni. Artista di straordinaria umanità il verbo che tanto gli sta a cuore è: rianimare. Non definisce le sue opere “sculture”, bensì assemblaggio di oggetti: vecchi, moderni, antichi, curiosi. Passione di mettere insieme “materiali”, fino ad allora destinati a scopi differenti. are loro forme diverse, modificandoli e trasformandoli. Cucchiai, forchette, molle, viti, chiodi, tutti oggetti che sicuramente sarebbero finiti abbandonati in qualche discarica. Questa passione per l'arte è nata tanto tempo fa, ma solo da cinque anni , a 50 anni, ha deciso di abbandonare i panni di imprenditore e dedicarsi alla sua arte in maniera continuativa. Ha trascorso molto tempo a raccogliere “cose”, a disegnare oggetti, fino ad arrivare alla decisione di seguire esclusivamente la sua vena artistica. A 13 anni Sergio aveva già il suo piccolo laboratorio dove, anziché riparare giocattoli, motorini o vecchie biciclette, li rompeva, per poterne costruire di nuovi, dettati dalla sua fantasia, dal sacro fuoco della sua creatività. Pezzi unici, particolari, diversi da tutti. Massetti non ricicla, ma rianima gli oggetti dando loro nuova vita...."