Bando del Premio 2017

giovedì 30 dicembre 2010

Solo poche righe


Controllando meglio, in un angolo nascosto della casella di posta, c'erano ancora questi piccoli frammenti inviati in anteprima da Amos Cartabia. Li pubblichiamo sotto in modo da rendere tutti partecipi delle idee a cui sta lavorando l'autore e che piano piano prendono forma sulla carta. E un po' anche per stuzzicare la curiosità !
La storia parte da lontano ma giungerà sino a noi in questo ultimo angolo dell'Umbria.

«Ufficio dello sceriffo dica pure»
La voce di Paula era sensuale e ogni volta che rispondeva al telefono sembrava di parlare con qualcuno della linea erotica. 

.....

Bussò un paio di volte, prima di segnalare la telefonata, per poi tornare alla posizione iniziale e riagganciare il ricevitore. Carl lanciò la carta della caramella che aveva appena messo in bocca centrando il cestino dei rifiuti che si trovava tra le due scrivanie. 
«Che c’è?»
La donna alzò le spalle sorridendo.
«Una telefonata dall’Italia.»



mercoledì 29 dicembre 2010

I nostri auguri !

La ProLoco augura a tutti buon natale e felice anno nuovo !


E non dimenticate che il 2011 presenterà molti appuntamenti importanti:
  1. un edizione SPECIALE del concorso di pittura: quella del TRENTENNALE !;
  2. l'ultima fase dei lavori di sistemazione e organizzazione degli spazi del museo;
  3. la Via Crucis "d'arte" fra la Chiesa di San Michele a Fighille e il Santuario di Petriolo;
  4. il nuovo attesissimo romanzo di Amos Cartabia con le sue trame gialle sullo sfondo del piccolomuseo;
  5. un nuovo e scintillante concorso fotografico;
  6. ?
Tutte le novità e gli aggiornamenti su questo blog !

lunedì 27 dicembre 2010

Artisti per la Via Crucis: FERNANDO FUSCO

ritratto di Fusco tratto dal sito della Sergio Bonelli Editore
L'artista FERNANDO FUSCO ha realizzato una delle 14 stazioni della Via Crucis Fighille-Petriolo.

Americo Casi con Fernando Fusco a Fighille durante un concorso di pittura

Fernando Fusco è originario di Ventimiglia ma vive da tantissimi anni a San Giustino. Ama definirsi un pittore prestato ai fumetti di cui tuttavia diventerà uno dei mestri indiscussi nel panorama internazionale grazie soprattutto alla sua decennale collaborazione con la Sergio Bonelli Editore per TEX.

Comincia il suo percorso artistico nel 1948 disegnando alcuni episodi di "Jeff Cooper" per l'editore Chiavari. Durante il servizio di leva lavora per il "Vittorioso", poi si trasferisce in Francia, nel 1955, per una collaborazione con Editions Mondiales dove crea "Scott Darnal". Nello stesso periodo, realizza illustrazioni per "Paris Jour" e disegna contemporaneamente per "Mondial Press". 
Agli inizi degli anni '60, crea la serie "Cendrine" e "Esperanza" con Montaubert, per la rivista "Lisette" (Edizioni Montsouris). Disegna serie western, come "Bonanza" e "Willie West", e serie d'avventura, quali "Tarzan", "Plume de Falco", «Aigle Noir». 
Lavora anche per editori inglesi realizzando storie sentimentali. 
Ritorna in Italia nel 1970 e disegna per la rivista "Intrepido", della casa editrice Universo, "Lone Wolf". Quattro anni dopo, entrerà  a far parte dell'équipe grafica di Tex. 
Il suo primo episodio, su sceneggiatura del grande Gianluigi Bonelli, sarà pubblicato nel 1974 sul n.168 (L'idolo di smeraldo). 

Da allora continua fino al 2010, attraverso i suoi disegni, a dar vita al personaggio di Tex in decine di avventure. 
Attualmente si dedica a tempo pieno alla pittura, la sua grande passione.

un disegno di Tex opera di Fernando Fusco
un'opera di Fusco in mostra a Fighille nel 2002
un'opera di Fusco in mostra a Fighille nel 2002


1998


E' sorprendente quanto cose non c'erano e quanto era diverso Fighille appena dodici anni fa. Il romanzo che sta nascendo dalla penna di Amos Cartabia, che avrà nell'anno 1998 una data importante, ci permette di riflettere su quali e quanti cambiamenti ci sono stati in cosi' pochi anni.

Nel 1998:
  1. non c’erano molte abitazioni che ci sono oggi. Il paese ha avuto un bell’incremento edilizio con la costruzione di molti appartamenti in vari punti del paese e di numerose villette sulla collina di Petriolo. In totale si  puo' parlare di circa 80 appartamenti nuovi;
  2. non c'erano gli abitanti di oggi: la popolazione è salita dai circa 750 abitanti del 98 ai circa 950 di oggi (fonte: IL RIOLO);
  3. non c’era il grande stabilimento della ditta Concreta in cui si costruiscono cucine;
  4. l’antica Chiesetta di San Martino versava in stato di abbandono, era semi diruta e ormai sconsacrata. In quegli anni fu venduta dalla Curia a dei privati che la ristruttureranno fra il 2000 e il 2003; 
  5. il centro sportivo Pampaloni non era ancora quello di oggi. La piscina, la nuova palestra, i nuovi campi da calcetto in erba sintetica furono costruiti intorno al 2000; 
  6. non era stata fatta la ristrutturazione del sagrato del Santuario di Petriolo e non c’era ancora il campanile di legno;
  7. c’era un solo bar ed era il “bar della Beppina”. Oggi la Beppina è in pensione e il bar è in gestione a Loredana e si chiama Bar Bloom. E' nato poi un altro bar che si chiama Nonsolobar
  8. non c’era il ristorante “L’isola che non c’è” a Petriolo;
  9. non era ancora stato completato il parco del Riolo;
  10. non esisteva il piccolomuseo che è del 2001/2002. Fu istituito nel 2001 ed è giunto alla veste attuale attraverso gli anni. Nel 1998 al piano primo c’era una saletta riunioni e al piano terra la sede dell’ex PCI. L’edificio era dismesso e scarsamente utilizzato. Fuori solo intonacato;
  11. non c'era il parcheggio e l'area verde di via del Mulino completato nel 2010;
  12. non esistevano molte strade odierne: via Berlinguer, via Pertini, parte di Via Allende;
  13. non esisteva la ProLoco che è stata fondata nel 2000 e che ha ereditato la gestione delle varie attività sociali del paese dalla Società Sportiva Artiglio che ora si occupa di solo calcio;
  14. non c'era neanche una squadra di calcio che nel 98 era praticamente inesistente, Forse faceva qualche torneo amatoriale. Oggi la società è forte, si è ricostituita e ha vinto un paio di campionati di 3° categoria navigando fra la 2° e la 3°. Quest’anno fa la 2° categoria, fra alti e bassi;
  15. il concorso di pittura, la piu' importante manifestazione culturale del paese, attraversava un periodo di crisi. Oggi grazie al lavoro di 10 anni è uno dei concorsi piu’ importanti e piu’ frequentati in Italia. Se nel 98 partecipavano 60-65 artisti per lo piu’ del centro Italia, oggi la partecipazione è sopra le 200 unità e soprattutto copre tutto il territorio nazionale. Dalla Sardegna al Trentino;

Insomma a pensarci bene i cambiamenti di questi ultimi 10-12 anni non sono stati affatto pochi e la vitalità di un centro tanto piccolo sorprende anche chi ci vive.

venerdì 24 dicembre 2010

Via Crucis d'arte fra Fighille e il Santuario di Petriolo


Come anticipato in un post precedente è in fase di definizione un importante progetto artistico e culturale per la primavera del 2011: la realizzazione di una via Crucis permanente lungo il suggestivo tracciato stradale che dalla Chiesa di San Michele Arcangelo in Fighille conduce al Santuario di Petriolo.
Si tratterà di una grande opera d’arte distribuita su 14 stazioni e realizzata da altrettanti artisti di fama nazionale selezionati da una apposita commissione presideuta dal critico prof. Franco Ruinetti di Riccione.
Ogni artista interpreterà una stazione della via crucis dipingendo su tela 40x40 cm. Le opere saranno stampate su ceramica e successivamente verranno collocate lungo il percorso su apposite installazioni permanenti realizzate in “acciaio corten” su basamento in cemento lavorato.
Le opere originali verranno custodite ed esposte al pubblico in permanenza all’interno della Chiesa di San Michele Arcangelo in Fighille.

La Pro Loco realizzerà un catalogo a colori per documentare e promuovere l’iniziativa che deve essere inquadrata come espansione del piccolomuseo nel territorio.
Un punto centrale nel progetto di sviluppo del “PICCOLO” è infatti il progressivo passaggio verso il “MUSEO DIFFUSO” cioè l’installazione permanente di opere in alcuni punti strategici del paese, al fine di rendere la collezione sempre visibile e partecipata a tutti.

L’iniziativa sarà realizzata a memoria di Americo Casi e finanziata grazie alle offerte devolute alla Parrocchia in occasione della morte.

la mappa con la posizione prevista per 14 stazioni

giovedì 23 dicembre 2010

Fino al confine con il Canada


Nel nuovo romanzo di Amos Cartabia, una cittadina americana verso il confine con il Canada, Albertville, avrà  un ruolo importante e un legame con Fighille.
Rubacchiando quà e là fra i files che si stanno sommando uno sopra l'altro nella scrivania virtuale dell'autore, abbiamo scovato questo:

"L’inverno era oramai alle porte e la neve scendeva già copiosa nella piccola contrada di AlbertVille, alle pendici del monte Colonia.
Una cittadina come tante altre, non più di settemila abitanti e tanta voglia di conoscere la realtà circostante. Un paio di locali per camionisti, dodici miglia di rettilineo tra le conifere sino al confine col Canada, comignoli che lastricavano il cielo di fumo grigiastro e le vecchie auto con gomme da neve che procedevano lente nella quiete di una cittadina che si svegliava con la semplice preoccupazione delle previsioni meteo."


mercoledì 22 dicembre 2010

Raggiunta quota ottomila !

Il sito festeggia un importante traguardo dopo appena 100 giorni di vita !


Ecco la ripartizione degli accessi per provenienza:


martedì 21 dicembre 2010

Frammenti "rubati"


"La telefonata lo aveva riportato alla sua gioventù, a quel paesino arroccato dell’Umbria proprio sul confine della Toscana, verde, immacolato, unito da vincoli sacri di amicizia e scorribande disastrose negli anni dell’Italia che stava sorridendo. Fighille era solo una frazione, magari un puntino assurdo su una carta geografica, magari non esisteva neppure sulla carta geografica, ma era il suo paese natale, era quel luogo dove tutti si conoscevano, dove tutti sapevano tutto e dove tutti........." 

ecco un estratto "rubato" dagli appunti (ancora provvisori) del nuovo romanzo di Amos Cartabia.  
Mantenete il massimo riserbo !  

giovedì 16 dicembre 2010

Quale segreto è custodito al museo ?


Quale sarà il ruolo del piccolomuseo di Fighille nel nuovo romanzo di Amos Cartabia?  Quale segreto nasconde? 
Lo scrittore lo svelerà nei prossimi mesi quando uscirà il suo nuovo attesissimo romanzo.

una opera dell'artista Ugo Felici: "La confidenza"

Nel frattempo chi è curioso puo' visitare il museo, su prenotazione, ogni sabato e domenica
La collezione è ricca di alcuni fra i migliori artisti contemporanei.

mercoledì 15 dicembre 2010

Passo dopo passo......


Ecco un momento del sopralluogo al Santuario di Petriolo svolto dallo scrittore Amos Cartabia alla ricerca di idee e tracce interessanti su cui sviluppare la trama del suo nuovo romanzo.
PS: A volte bisogna stare attenti a dove si mettono i piedi ...........

martedì 14 dicembre 2010

Sulle tracce del colpevole


Come annunciato lo scrittore Amos Cartabia è al lavoro su un nuovo romanzo giallo ambientato a Fighille e  incentrato sul mondo dell'arte. 
Numerosi sono stati i sopralluoghi che lo scrittore ha compiuto in vari angoli del paese alla ricerca "del colpevole e del luogo del delitto".  
Naturalmente tutto è ancora rigorosamente nascosto nel segreto della sua penna !
Per i piu' curiosi ecco intanto alcuni scatti fatti durante i sopralluoghi. 
PS: non lasciate impronte digitali in giro, potrebbe esservi fatale !

lunedì 13 dicembre 2010

Il piccolomuseo nel nuovo romanzo di Amos Cartabia

Il prossimo romanzo giallo dello scrittore Amos Cartabia sarà completamente ambientato nel nostro paese ed avrà come fulcro centrale il piccolomuseo. 
Lo scrittore, milanese ma quasi toscano d'adozione, ha scelto Fighille per ambientare una storia ricca di colpi di scena legata al mondo dell'arte. 

Amos Cartabia, scrittore diviso tra narrativa e poesia, dal 2003 ha riscosso numerosi successi, specie con i suoi noir. Da ricordare "Il disertore" premiato con la croce bianca (Isola di Minorca 2003), “Billy Jhordan - Io serial killer”, “Il Potatore di anime”, “L'essenza del male”, “La lunga estate nera”. 


Per la poesia, “Visioni di vita” ("Penna d'argento 2005"), “Cantico delle sirene”, “Millenovecentonovantaquattro”, “Qualcosa rimane”, “L'orologio chiamato uomo”
Il suo ultimo lavoro è "Oltre la libertà - Diario di Bordo". Edito da Acar Edizioni,  in vendita nelle librerie a Natale, è un’opera avvincente che l’autore stesso definisce “non un libro ma la realtà”.
L'opera si apre con il ritrovamento del cadavere del noto scrittore americano di gialli, Jack Parson, misteriosamente ucciso nel suo appartamento milanese. Le indagini porteranno la polizia meneghina a ricostruire la vita di Parson analizzando anche il suo ultimo viaggio a bordo della nave da crociera MSC Splendida
Un romanzo da leggere tutto di un fiato fino al sorprendente finale !


In questi giorni l'autore sta compiendo numerosi sopralluoghi al museo, in vari angoli del paese e nelle colline circostanti per visionare le "location" ove far muovere i personaggi della storia. Oltre al museo lo ha particolarmente colpito la cava di argilla e ....................(meglio non svelare tutto !).

Lo scrittore ha promesso di tenerci costantemente aggiornati sulla evoluzione del romanzo.
Intanto tutte le informazioni sulle opere di Amos Cartabia sono reperibili al sito: www.edizioniacar.it

venerdì 3 dicembre 2010

Un artista al lavoro visto da Matteo Doardo

Dall'album fotografico di Matteo Doardo, appassionato locale di fotografia e socio della ns. associazione, pubblichiamo questo bello scatto in cui ritrae l'artista Paolo Monaco di Perugia mentre è al lavoro durante il concorso extempore 2010.
Per chi è interessato alla bella fotografia consigliamo di visitare l'album di Matteo su www.flickr.com ricco di scatti mozzafiato dedicati alla natura e al paesaggio.


mercoledì 1 dicembre 2010

Pubblicazioni dati novembre 2010

Oltrepassata la soglia dei 6300 contatti in appena circa 80 giorni,  il blog continua a suscitare interesse anche a distanza dal concorso di pittura degli inizi di ottobre.
Come da abitudine pubblichiamo alcuni dati statistici sugli accessi al sito ed inerenti lo scorso mese di novembre:

distribuzione accessi nel mese di novembre 2010
Provenienza accessi nel mese di novembre 2010
Provenienza accessi in totale da apertura del blog